Lo sapevi che i pastelli a cera sono tra gli strumenti più utili per i bambini che iniziano a scarabocchiare?

I fiorellini che compongono la foto quassù sono formati da tanti pastelli a cera, forse i più interessanti che io abbia mai provato.
Me li ha regalati una settimana fa alla fiera di Norimberga un signore altissimo, molto gentile e con le mani tutte colorate.

Si chiamano Crayon Rocks e arrivano dall’Australia:

  • hanno la forma di un sassolino
  • vengono prodotti con la soia e sono privi di ftalati
  • sono colorati con pigmenti naturali
  • sono stati ideati da una maestra che cercava un modo facile  di insegnare ai bambini il modo più funzionale per impugnare correttamente la matita.   (Per saperne di più sulla storia dei Crayon Rocks clicca qui).

 

Nello stand dedicato a questo brand c’erano diversi formati, io ho portato con me la confezione da utilizzare con piccoli gruppi di bambini fatta di carta riciclata, che contiene 64 sassolini di cera, e le versioni da 16 e 8 pezzi che si trovano dentro un morbido sacchetto di tessuto e possono essere trasportati comodamente nella borsetta.

Per tanti motivi credo che questi sassolini di cera siano adatti a tutti i bambini che iniziano a sperimentare i colori sulla carta, stimolano una presa corretta dei pastelli e delle matite, e contribuiscono alle importanti fasi di apprendimento della scrittura.

E voi che esperienza avete con i pastelli a cera?

Vale

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato