Giochi in movimento da fare a casa durante le vacanze

Finalmente è arrivato il Natale! I pranzi e le cene con amici e parenti, Babbo Natale ha recapitato tutti i suoi pacchetti da scartare sotto l’albero, la gioia di scoprire come funzionano i nuovi giocattoli e la voglia di stare insieme.

Tra tutte queste cose vi propongo qualche idea di giochi motori da fare a casa durante le feste, così da ingannare i momenti di noia e poter fare delle attività divertenti e stimolanti.

 

La caccia al tesoro

È un grande classico dei giochi da fare a casa. Organizzare e fare una caccia al tesoro tra le mura domestiche può essere un modo per stimolare la creatività dei bambini e allo stesso tempo permettergli di mettere in atto diverse abilità.

Vi basterà creare una serie di indizi, ognuno che porta al successivo, gli indizi potranno essere scritti o disegnati su piccoli fogli di carta, fino ad arrivare al tesoro che può essere costituito semplicemente da un piccolo puzzle o da un gioco da costruire.

 

La moneta sulla mano

È un gioco adatto ai bambini a partire dai 5 anni d’età; per giocare è necessario avere una moneta o un piccolo oggetto di forma simile da mettere sul dorso di una mano.

Lo scopo del gioco è quello di passare la moneta sul dorso di una mano di tutti i partecipanti senza l’aiuto dell’altra mano e senza mai farla cadere, vince chi non fa mai cadere la moneta durante il passaggio.

 

La piramide di noci 

Questo gioco farà divertire grandi e piccini! Per giocare è necessario procurarsi delle noci con le quali formare delle piccole piramidi sul tavolo, ad ogni giocatore vengono messe a disposizione tre noci da lanciare a distanza, chi per primo riesce a buttare giù la piramide con il proprio lancio vincerà tutte le noci della piramide abbattuta. Vince chi al termine del gioco avrà accumulato il maggior numero di noci.

 

L’acquario dei pesci

È un gioco che impegnerà i bambini sin dalla preparazione del materiale necessario ; per terra andrà disegnato un quadrato con lo scotch che rappresenterà l’acquario, tutt’intorno all’acquario sparsi a terra ci saranno dei piccoli pesci disegnati e ritagliati precedentemente dai bambini.

Nel tempo stabilito del gioco, i pesci dovranno essere soffiati dentro l’acquario senza essere toccati con le mani. Potete proporre due modalità: mettere i pesci più distanti dall’acquario e osservare chi per primo riuscirà a soffiare dentro il pesce, oppure vincerà chi riuscirà a mettere dentro l’acquario il maggior numero di pesci.

 

Le iniziali dei miei oggetti

È un’attività molto divertente da proporre ai bambini dai 5 anni in su, attraverso il quale si possono imparare i nomi di tanti oggetti che si trovano a casa.

Per giocare è necessario preparare un sacchetto dentro il quale ci saranno tante lettere scritte dentro dei foglietti

Ogni partecipante a turno estrarrà una letterina e tutti i bambini avranno 3 minuti per cercare in giro per la casa tanti oggetti che iniziano con la letterina estratta. Vince chi riesce a trovare il maggior numero di oggetti che hanno l’iniziale estratta.

 

Chi si è nascosto?

È uno dei giochi di memoria che ricordo con più piacere tra quelli fatti a casa quando ero bambina.

Mettete su un tavolino alcuni oggetti ,i bambini dovranno osservarli per alcuni secondi, poco dopo ad un giocatore scelto a turno gli si chiederà di uscire dalla stanza così che gli altri giocatori possano nascondere un’oggetto. Quando il bambino tornerà nella stanza dovrà indovinare quale manca.

 

Un arcobaleno tutto da costruire

Lo potrete fare anche con i bambini più piccoli che stanno imparando a discriminare i colori principali.

L’obiettivo del gioco è costruire un grande arcobaleno sul pavimento, andando a turno a cercare gli oggetti di ciascun colore (bianco, giallo, rosso, blu, verde e viola) sparsi per la casa.

Potete variare la difficoltà del gioco proponendo un maggior numero di colori da ricercare o aumentando il numero minimo degli oggetti necessari per la composizione.

 

Un grande groviglio

Si può proporre anche in questa occasione, l’ho postato giusto ieri ed è un’idea divertente nel caso aveste dei fili colorati sparsi per la casa.

Per sapere come si gioca, potete cliccare qui.

 

Giochi con la palla

La palla è probabilmente il mio oggetto di gioco preferito nonché il più utilizzato nel mio lavoro.

Uno dei motivi per cui adoro la palla è la sua versatilità di utilizzo, quindi se vi state chiedendo se sia possibile utilizzarla dentro casa senza creare una catastrofe, la mia risposta sarà indubbiamente sì! Ecco alcuni esempi.

 

Calcio seduto

È una variante del tanto amato/odiato gioco del calcio che è possibile fare in spazi piccoli e chiusi.

Vi basterà delimitare due estremità del campo da gioco che rappresenteranno le porte, utilizzare una palla leggera ( preferibilmente fatta di carta o di gomma piuma), e spiegare ai partecipanti che la regola fondamentale del gioco è Giocare da seduti ( ci si può spostare soltanto stando seduti spingendosi con le mani e strisciando con le gambe e i piedi appoggiati a terra.

 

Se invece vorrete organizzare una sfida meno faticosa, vi basteranno delle cannucce e delle palline da ping pong o di carta leggera, i bambini potranno spostare la loro pallina solamente soffiandola con la cannuccia verso il traguardo, vince la pallina o le palline che arriveranno per prime.

 

Siete pronti a mettervi in moto dopo le abbuffate?

 

Vale

 

 

 

 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato